Come Sapere Se Ho Il Verme Solitario?


Come Sapere Se Ho Il Verme Solitario?

La maggior parte delle persone infette dal lombrico solitario ne ha poche, se non nessuna sintomo. I sintomi possono variare da lievi a gravi e un'infestazione solitaria non andrà semplicemente via. Avrai bisogno di cure mediche, soprattutto se le larve sono migrate dalla traccia intestinale ad altre parti del corpo.

Ciclo di infezione

Le uova solitarie sono escrete dall'ospite, umano o animale, nel terreno. Le uova vengono quindi ingerite non lavando le mani prima di mangiare o preparare il cibo. Puoi anche contrarre l'infezione mangiando carne cruda o poco cotta o bevendo acqua contaminata da uova o larve solitarie. Se le uova vengono ingerite, possono diventare larve, migrare dalla pista intestinale e invadere altri organi o muscoli, causando gravi complicazioni mediche. Se le larve vengono ingerite, di solito rimangono nell'intestino, causando pochi o nessun sintomo. I solitari crescono, maturano e producono uova che vengono poi espulse dal corpo nelle feci e il ciclo ricomincia.

Fattori e cause di rischio

La maggior parte delle infezioni da vermi solitari nell'uomo sono causate da scarsa igiene, inadeguato smaltimento di feci umane o animali e consumo di pesci d'acqua dolce, carne cruda o maiale. Tua madre aveva ragione a ricordarti costantemente di lavarsi le mani prima di mangiare, dopo essere andata in bagno e dopo aver giocato per terra. La nana solitaria è l'infezione da verme solitario più comune al mondo e può completare il suo intero ciclo di vita come ospite. Puoi anche contrarre l'ingestione di uova solitarie escrete nelle feci dopo aver usato il bagno e non lavarsi le mani. L'infezione nana solitaria può anche essere trasmessa da contatto uomo a uomo ottenendo uova nelle mani di feci contaminate e poi toccando il cibo, le mani di un'altra persona o altri oggetti. Altri fattori di rischio comprendono l'esposizione al bestiame, frequenti viaggi in paesi sottosviluppati e consumo di acqua contaminata.

Sintomi

I solitari che rimangono nell'intestino si attaccano alla parete intestinale e possono causare lievi irritazioni e infiammazioni. I sintomi dell'infestazione intestinale includono la visualizzazione di segmenti di vermi solitari o vivi nelle feci, nausea, debolezza, perdita di appetito, dolore addominale, perdita di peso dovuta all'assorbimento inadeguato di nutrienti dal cibo e diarrea. I sintomi delle larve che sono migrati fuori dalla pista intestinale e in altri tessuti o organi possono includere sintomi neurologici, convulsioni, reazioni allergiche alle larve, febbre, debolezza e masse o masse cistiche. Le tenie possono crescere fino a 50 piedi di lunghezza (15 metri) e vivere fino a 20 anni.

Prevenzione

Per prevenire l'infezione, cuocere tutte le carni a una temperatura interna di almeno 160 F (71 gradi Celsius). Cuocere il pesce fino a quando non è sfogliato, non gommoso. Lavati sempre le mani prima di preparare qualsiasi cibo ed eliminare correttamente le feci di persone o animali. Consultare un medico se si dispone di uno qualsiasi di questi sintomi.

Video Tutorial: Sintomi che indicano la presenza di parassiti intestinali.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: