La Storia Del Concorso Costumi Da Bagno


La Storia Del Concorso Costumi Da Bagno

Jantzen Knitting Mills fece un salto dalla produzione di maglioni di lana e calze a costumi da bagno nel 1913, dopo che un membro del Club di canottaggio di Portland richiese un costume da canottaggio per il canottaggio. L'atleta ha richiesto che il costume da bagno fosse realizzato con lo stesso punto elastico utilizzato per i polsini di un maglione, pensando che in questo modo avrebbe ottenuto un pantaloncino comodo e aderente che non avrebbe avuto bisogno di un cordoncino regolabile. Secondo Oregon History Project, il materiale ha funzionato così bene che altre squadre di canottaggio hanno richiesto lo stesso costume da bagno. Alla fine, l'azienda ha ricevuto un ordine per fare un costume da bagno per gli uomini.

Primo costume da bagno

Jantzen fece il primo costume completamente in lana, e gli standard di decenza di quel tempo dettarono che avrebbe dovuto coprire il petto e le braccia del corpo di un uomo. La concorrenza era quasi impossibile con questi costumi da bagno, dal momento che la lana pesante degli indumenti fabbricati da Jantzen pesava circa nove chili. Questi costumi da bagno non erano molto buoni, ostacolando l'atleta invece di facilitare il loro movimento nell'acqua.

Speedo

Speedo passò dal fare la biancheria intima alla realizzazione di costumi da bagno nel 1914, secondo lo Swim Suit Style. Speedo ha introdotto Racerback, il primo costume da bagno progettato per offrire ai concorrenti maggiore flessibilità e velocità nell'acqua. Il nuotatore svedese Arne Borg ha stabilito un record nel 1929 usando uno Speedo. Il marchio ha goduto di popolarità tra i concorrenti americani nella prima metà del 20° secolo, e ha acquisito valore internazionale durante le Olimpiadi di Melbourne nel 1956. Circa il 90% dei nuotatori olimpici indossano attualmente costumi da bagno Speedo, tra cui Michael Phelps e Inge de Bruijn.

Materiali

I produttori di costumi da bagno competitivi hanno affrontato sfide speciali che non sono importanti per coloro che realizzano costumi da bagno per la ricreazione. I costumi da bagno da competizione devono essere leggeri, adattarsi bene e fornire poca resistenza in acqua. Jantzen ha aggiunto un punto elastico alla sua linea di costumi da bagno e aveva linee di produzione operative nei primi anni 1920. Questo nuovo costume da bagno aveva quasi il doppio dell'elasticità del materiale della maglia ed era più adatto per gli atleti. Gli scienziati Dunlop hanno introdotto Lastex nel 1930, intrecciando fili di gomma sintetica nel tessuto per farlo sembrare migliore.

Costumi da bagno moderni

Il nuotatore olimpico Johnny Weismuller ha collaborato con la BVD per introdurre costumi da bagno topless per uomo nel 1930. Mentre i produttori hanno focalizzato le loro strategie di marketing sui costumi da bagno senza Tomaie per i nuotatori ricreativi, che hanno fatto vacillare costumi da bagno competitivi indossando costumi da bagno a corpo intero e usando quasi nulla nel tentativo di ridurre la resistenza causata dall'attrito della pelle nell'acqua.I produttori di costumi da bagno competitivi cercavano indizi in natura per ridurre l'attrito della pelle e aumentare la velocità degli atleti che si muovevano nell'acqua. Speedo Fastskin introdotto con un disegno di squalo-based, nel 2000. Gli atleti indossare Fastskin superato 13 di 15 record durante le Olimpiadi di Sydney di quell'anno. I 47 vincitori delle medaglie di nuoto indossarono questi costumi da bagno alle Olimpiadi del 2004, tra cui Michael Phelps.

Video Tutorial: Un concorso di bellezza in costume da bagno.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: