Il Rapporto Tra Le Distanze Di Corsa E L'Impulso Sotto


Il Rapporto Tra Le Distanze Di Corsa E L'Impulso Sotto

È possibile ottenere numerosi benefici per la salute da Esegui esercizi come le distanze percorse e una misura chiave per questi benefici è la frequenza cardiaca a riposo o il polso. Correndo normalmente è possibile ridurre la frequenza cardiaca a riposo a 25 impulsi al minuto, perché man mano che il cuore diventa più forte è in grado di pompare più sangue ad ogni contrazione. Inoltre, il sistema circolatorio, come i piccoli capillari che distribuiscono sangue ossigenato ai muscoli, diventa più ampio. Perché lavori duramente mentre corri, non devi lavorare così tanto quando sei a riposo; un compenso meritato.

Corsa e frequenza cardiaca

L'esercizio aerobico è un'attività che incorpora grandi gruppi muscolari in un'attività ritmica che aumenta la frequenza cardiaca per un periodo prolungato. In generale, le distanze percorse comportano un aumento della frequenza cardiaca fino a un punto compreso tra il 50 percento e il 75 percento della frequenza cardiaca massima; una zona aerobica in cui puoi fornire ossigeno ed energia comodamente ai muscoli che lavori per un periodo di tempo prolungato. Questo tipo di esercizio brucia il grasso corporeo, rafforza i muscoli e le ossa e migliora la funzione del cuore e dei polmoni. Normalmente la frequenza cardiaca di solito rimane alta dopo aver terminato la corsa, ma poi rimane a bassa frequenza.

Vantaggi di un impulso basso

Secondo gli esperti dell'Università del New Mexico, un basso impulso a riposo fa sì che i ventricoli del cuore abbiano più tempo per riempirsi di sangue e più tempo per distribuire ossigeno e sostanze nutritive ai muscoli del cuore. corpo e cuore. Facendo questo regolarmente il tuo cuore è in una posizione migliore per portare ossigeno ed energia ai muscoli che funzionano, il tuo polso basso rende il tuo cuore più efficiente per soddisfare i bisogni circolatori del tuo corpo quando sei a riposo.

L'impulso basso e la sua relazione con la distanza

La frequenza cardiaca media di una persona a riposo è tra 60 e 80 battiti al minuto. L'impulso di un corridore a distanza sembra diminuire man mano che viaggiano. In uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology, i ricercatori hanno scoperto che le donne alla fine degli anni '20, che correvano circa 60 miglia per una settimana avevano una frequenza cardiaca media a riposo di 45 battiti al minuto, mentre le donne che gestivano 36 miglia a settimana avevano una frequenza cardiaca media di 53 battiti al minuto. Un terzo gruppo di donne sedentarie aveva un polso a riposo di 77 battiti al minuto.

Misura la frequenza cardiaca

Il momento migliore per prendere la frequenza cardiaca a riposo è la prima cosa al mattino, prima di alzarsi dal letto.Metti il ​​tuo indice e il medio nel collo vicino al pomo d'Adamo, trova il tuo polso e poi conta quanti battiti senti in un minuto. Se il tuo polso è più alto del normale, potrebbe significare che ti sei allenato molto duramente e che devi prendere un giorno di pausa e non correre. Puoi nuotare o andare in bicicletta per un giorno per dare al tuo corpo la possibilità di riprendersi dai rigori delle distanze.

Video Tutorial: BETTINO CRAXI - LA MIA VITA E STATA UNA CORSA - Video integrale.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: