Perché La Vitamina B5 È Buona?


Perché La Vitamina B5 È Buona?

Chiamato anche pantotenato o acido pantotenico, la vitamina B5 è essenziale per il vostro corpo di nutrienti. Anche se è possibile ottenere la vitamina B5 in molti diversi tipi di alimenti, è anche possibile prendere un supplemento per correggere una carenza. Prima di prendere un integratore, discutere le specifiche esigenze di vitamina B5 con il proprio medico.

Vantaggi

potrebbero prendere la vitamina B5 per aiutare a ridurre trigliceridi e colesterolo, nel trattamento dell'artrite reumatoide, aumentare le prestazioni fisico o distensione, dice l'University of Pittsburgh Medical Center. I supplementi di vitamina B5 possono anche aiutare nella guarigione delle ferite, sebbene la vitamina B5 sia solitamente raccomandata per compensare una carenza. Se si ha una carenza di vitamina B5, si possono verificare infezioni respiratorie, disturbi allo stomaco e vomito, insonnia, affaticamento e depressione, osserva il Centro medico dell'Università del Maryland.

Funzione

Come altre vitamine del gruppo B, la vitamina B5 aiuta il corpo a metabolizzare i carboidrati e i grassi in energia, spiega il Centro medico dell'Università del Maryland. La vitamina B5 svolge un ruolo importante nella produzione di globuli rossi, sostenendo la salute gastrointestinale, regolando le ghiandole surrenali e la sintesi del colesterolo. La vitamina B5 aiuta anche a produrre il neurotrasmettitore chiamato acetilcolina, afferma l'Università di Pittsburgh Medical Center.

dose

spesso etichettato come acido pantotenico o pantotenato di calcio, vitamina B5, che è incluso nella maggior parte dei complessi integratori di vitamina B. Mentre la vitamina B5 dose giornaliera raccomandata per gli adulti è a soli cinque milligrammi Il medico può raccomandare dosi molto più elevate per aiutare a curare condizioni di salute specifiche, afferma il Medical Center dell'Università del Maryland.

Le persone con colesterolo alto o trigliceridi potrebbero assumere fino a 900 milligrammi di vitamina B5 al giorno e le persone con artrite reumatoide potrebbero richiedere fino a 2.000 milligrammi al giorno. Queste dosi terapeutiche di vitamina B5 sono spesso divise in tre dosi separate in un giorno, osserva l'Università di Pittsburgh Medical Center. Prenda solo queste alte dosi sotto la supervisione di un dottore.

Le prove scientifiche

Uno studio in doppio cieco di due mesi ha trovato che l'assunzione di 900 milligrammi di vitamina B5 al giorno riduce i trigliceridi nel sangue quasi un terzo, bassi livelli di colesterolo LDL o "colesterolo cattivo" in 13, 5% e aumenta l'HDL o "colesterolo buono" del 10%, secondo un'edizione del 1984 di aterosclerosi. Allo stesso modo, un altro studio in doppio cieco, pubblicato su Current Therapeutic Research nel 1983, ha scoperto che l'assunzione di supplementi di vitamina B5 riduce i trigliceridi e migliora i profili di colesterolo, afferma l'University of Pittsburgh Medical Center.

Un piccolo studio clinico dei pazienti con artrite reumatoide ha trovato che l'assunzione di due grammi al giorno di vitamina B5 aveva alleviato il dolore e la rigidità, migliorando la mobilità, secondo l'edizione 1980 del praticante. Uno studio del 1985 nel Journal of Clinical Nutrition ha rivelato che la supplementazione di vitamina B5 ha migliorato la guarigione nei conigli, dice l'Università del Maryland Medical Center. Gli integratori di vitamina B5 erano efficaci nell'alleviare lo stress in diversi studi medici, secondo un'edizione del 1999 della rivista Alternative Medicine. Infine, uno studio del 1986 in Clinical Therapeutics ha rilevato che la vitamina B5 aveva un potenziale nel trattamento dell'osteoartrosi.

Avvisi

Prendere una vitamina B può causare uno squilibrio delle altre vitamine del gruppo B, così si dovrebbe prendere un integratore che contiene tutte le vitamine del gruppo B, riporta l'Università del Maryland Medical Center. Inoltre, l'assunzione di vitamina B5 può potenzialmente interferire con determinati farmaci. Gli integratori di vitamina B5 possono interagire negativamente con gli antibiotici della tetraciclina e gli inibitori della colinesterasi usati per trattare la malattia di Alzheimer. Gli integratori di vitamina B5 potrebbero non essere sicuri per le donne in gravidanza o in allattamento, avverte il sistema sanitario dell'Università del Michigan.

Video Tutorial: Vitamina D ed esposizione al sole: perché sono così importanti?.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: