Un Agente Di Polizia Può Parlare Con Un Minore Senza Un Padre?


Un Agente Di Polizia Può Parlare Con Un Minore Senza Un Padre?

Le leggi in materia di interrogatorio della polizia di minori variano tra gli stati e anche tra giurisdizioni locali a volte. Ma in generale, alla polizia non è richiesto di ottenere il consenso dei genitori prima di parlare con un minore. Ciò non significa che un minore non possa chiedere che un padre sia presente durante l'interrogatorio, dice Jerod Gunsberg, un avvocato difensore minorile a Los Angeles. In alcuni stati, la polizia ha la possibilità di contattare i genitori dei bambini prima di chiedere, anche se non sempre lo fanno.

Rifiutando di rispondere alle domande

Per legge, la polizia non sono tenuti ad avere un genitore o un avvocato presente quando interrogato in basso prima di effettuare un arresto, ha detto l'avvocato Nicola Brodich in una colonna legale pubblicato da New Hampshire Ordine degli avvocati. Tuttavia, il bambino ha il diritto legale di rifiutarsi di rispondere a qualsiasi domanda della polizia a meno che non ci sia un genitore. Un minore che non è stato arrestato può chiedere alla polizia se è libero di andarsene. Anche se la polizia non trattiene un minore, non dovrebbe dire nulla senza avere un padre e un avvocato presenti durante l'interrogatorio. Tutto ciò che il bambino dice alla polizia prima o dopo l'arresto potrebbe essere usato contro di loro.

Miranda Rights

Se la polizia arresta un minore ed è in custodia, devono informare il figlio del suo diritto di rimanere in silenzio, il diritto di interrompere l'intervista in qualsiasi momento e il loro diritto ad avere un avvocato presente durante l'interrogatorio. Una volta che il bambino è sotto custodia, se la polizia non ti ha informato dei tuoi diritti Miranda, tutto ciò che il bambino dice alla polizia non può essere usato contro di te in tribunale. Ma qualsiasi cosa abbia detto prima di essere arrestata può essere usata contro di lui più tardi, anche se non è stato informato dei suoi diritti Miranda, sottolinea Nolo. com. Ecco perché è importante parlare con un avvocato prima di parlare con la polizia.

Arresto

Un minore che è in arresto deve informare la polizia che rimarrà in silenzio fino a quando i suoi genitori saranno presenti e parleranno con un avvocato. Mentre la polizia non può costringere un minore a parlare contro la propria volontà, in alcuni stati, la polizia è autorizzata a imbrogliare un minore durante l'interrogatorio. Può rinunciare al suo diritto di consultarsi con un avvocato, ma nessuna delle dichiarazioni rese alla polizia è ammissibile in tribunale se le fa volontariamente. Al momento dell'arresto, un minore ha il diritto di sapere di cosa lo stanno accusando.

Le leggi variano

Sebbene nessuna legge proibisca alla polizia di interrogare i minori senza un genitore presente, i dipartimenti di polizia sono autorizzati a stabilire e applicare le proprie politiche in materia.Un agente di polizia ha il diritto di interrogare chiunque, ma alcuni dipartimenti di polizia richiedono il consenso dei genitori prima di parlare con un minore, mentre altri no. Alcuni stati hanno leggi che dicono che un bambino non può rinunciare volontariamente al proprio diritto a un avvocato sotto l'avvertimento di Miranda senza avere un genitore o un altro adulto responsabile presente all'interrogatorio. La polizia deve informare la persona dei diritti del minore.

Video Tutorial: UN PAPA.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: