Carboidrati Ciclo Per Perdere Peso


Carboidrati Ciclo Per Perdere Peso

Tra le tante diete low-carb e studi riferire il consumo di carboidrati trasformati con obesità e malattie croniche, i carboidrati sono diventati le pecore nere del mondo della nutrizione. Ma chiariamo una cosa: l'elevato consumo di carboidrati PROCESSATI influisce sulle macchine del corpo, produce infiammazione e eccessivo accumulo di grassi.

Per lo sviluppo muscolare e le prestazioni generali, tuttavia, i carboidrati SANO sono un must. La sfida è di consumarli nella giusta quantità e al momento giusto. Sembra che i carboidrati che consumi (e specialmente quando li mangi) possano influenzare drasticamente la risposta del tuo corpo a loro. Attraverso un processo chiamato ciclo dei carboidrati, è possibile manipolare il consumo di queste sostanze per massimizzare lo sviluppo muscolare riducendo al minimo i loro effetti negativi.

Il piano richiede una stretta conformità e un meticoloso resoconto dei carboidrati, quindi non è per tutti. In effetti, il ciclo degli idrocarburi è più efficace per coloro che sono già piuttosto magri e hanno da perdere da 10 a 15 libbre o che semplicemente vogliono perdere alcuni punti percentuali di grasso corporeo. (Per coloro che devono perdere molto peso, la semplice riduzione dei carboidrati amidacei generalmente funziona).

Come il ciclo di carboidrati

lavora nel ciclo dei carboidrati, la vostra settimana è diviso in tre tipi di giorni: nessun giorno carb, giorni low carb e giorni carb più elevati.

GIORNI SENZA CARBOIDRATI: in questi giorni, si mangia le verdure ad alto contenuto di fibre come verdure a foglia, asparagi, broccoli, cipolle, peperoni e funghi senza limiti, insieme con proteine ​​magre e una porzione di grassi sani. Evitare i carboidrati amidacei come patate, riso, cereali e avena. Questo include anche verdure ricche di amido come piselli, zucchine, zucca e zucca. L'assunzione totale di carboidrati deve essere inferiore a 25 grammi al giorno (tutti derivati ​​da verdure fibrose).

BASSI GIORNI IN CARBOIDRATI: qui l'obiettivo è rimanere al di sotto dei 75 grammi di carboidrati. Ancora una volta, puoi consumare illimitate verdure ricche di fibre, ma aggiungi due o tre porzioni di amidi derivati ​​da fonti "pulite" come riso integrale, patate dolci, avena, verdure e frutta amidacea. I carboidrati "puliti" sono ipoallergenici (privi di glutine, soia e latticini). Per ottenere risultati migliori, in questi giorni è consigliabile consumarli dopo l'esercizio.

ALTI GIORNI IN CARBOIDRATI: l'importo totale varia in base alla tua taglia e al livello di attività. Le donne consumano tra i 150 ei 200 grammi mentre gli uomini possono arrivare a 300 grammi.La maggior parte dei carboidrati dovrebbe provenire da fonti pulite o ipoallergeniche. Ma se hai intenzione di avere un trattamento, è più conveniente che lo fai in un giorno ricco di carboidrati.

Non dimenticare di continuare a consumare abbastanza proteine ​​magre e una porzione o due di grassi sani. Una giornata ricca di carboidrati non è una scusa per abbuffarsi; È un modo sistematico per ripristinare gli ormoni per lo sviluppo muscolare e per bruciare i grassi.

L'utilizzo di questi tre protocolli di alimentazione quotidiana è possibile per modificare l'ambiente ormonale del corpo e massimizzare la perdita di grasso e il guadagno muscolare nel corso della settimana.

Un esempio di un ciclo settimanale di carboidrati sarebbe la

1° giorno: No carboidrati 2° giorno: Bassa giorno di carboidrati 3: Alta Giorno carboidrati 4: No carboidrati Giorno 5: No carboidrati Giorno 6: basso tenore di carboidrati 7° giorno: alto contenuto di carboidrati

Come nel ciclo dei carboidrati ci sono giorni di alta carb, questo è psicologicamente appagante perché voglie placa e facilita programma di conformità. Ma quando seguiamo due o più giorni ricchi di carboidrati, si può verificare un accumulo di grasso. Questo è il motivo per cui i giorni senza carboidrati sono seguiti da una giornata ricca di carboidrati (minimizza il potenziale di accumulo di grasso e mantiene il tuo corpo sensibile all'insulina).

Insulina? Cosa c'entra con tutto questo?, potresti chiedere? Sembra che qualcosa deve fare.

Perché il ciclo dei carboidrati funziona

Il ciclo dei carboidrati è più una strategia ormonale che quella calorica. L'assunzione di carboidrati variabile influenza diversi ormoni che determinano la composizione corporea. Per i principianti...

accumulo ormone insulina di grassi e lo sviluppo muscolare

Quando mangiamo carboidrati, l'insulina nel sangue viene rilasciato, che aiuta la macchina metabolica per convertirli al fegato per l'uso successivamente come combustibile o immagazzinarli nelle cellule muscolari. Questi depositi di carboidrati sono limitati. Quando sono pieni, come succede quando molti carboidrati vengono consumati, vengono metabolizzati e conservati sotto forma di grasso.

La chiave per l'assunzione di carboidrati, rispetto all'insulina, è quello di mangiare a sazietà e hanno abbastanza carburante per l'esercizio e bilancio energetico, ma non consumare troppi per eccesso diventerà grasso immagazzinato.

Il rilascio di insulina varia in base al tipo e alla quantità di carboidrati consumati. Il ciclo dei carboidrati manipola l'insulina per minimizzare l'accumulo di grasso e massimizzare la sintesi muscolare. Le giornate con bassi e senza carboidrati ci aiutano a rimanere sensibili all'insulina e a stimolare la combustione dei grassi. Le alte giornate di carboidrati massimizzano lo sviluppo muscolare e ricostituiscono le riserve di carboidrati per migliorare l'intensità dell'esercizio.

Leptina: l'ormone della fame

Prodotto principalmente da cellule di grasso, la leptina è un ormone che regola la fame e la sazietà. Viene rilasciato in risposta a un "feedback", definito come un periodo di 12-24 ore di un'assunzione elevata di calorie e carboidrati.

Diversamente dall'insulina, la leptina non aumenta in modo significativo a seguito di un singolo pasto. Invece, salire lentamente quando c'è un periodo prolungato di assunzione di carboidrati alto. La leptina agisce attraverso un meccanismo di feedback sul segnale di sazietà nell'ipotalamo. Inoltre, attraverso gli ormoni secondari, invia anche segnali al corpo per accelerare il metabolismo.

In coloro che consumano una dieta ricca di carboidrati e calorie, la leptina rimane elevata. Questo può produrre una resistenza a questo ormone, in cui l'ipotalamo non può "ascoltarlo". Quando ciò accade, non proviamo sazietà, un effetto pericoloso per coloro che cercano di perdere peso.

Ma con livelli molto bassi di leptina, che hanno luogo quando una dieta a basso contenuto di calorie e carboidrati è seguito, il corpo riceve il messaggio opposto: essere affamato, mangiare, in scatola, metabolismo basso.

Nel ciclo dei carboidrati, quando la leptina inizia a diminuire fino al punto di aumentare drasticamente la fame e rallentare il metabolismo, l'alto giorno di carboidrati è ciò che aiuterà a riavviarlo. In questo modo, rimaniamo sensibili alla leptina.

Serotonina: l'ormone della sanità mentale

Una sostanza chimica del cervello che produce "benessere", la serotonina migliora l'umore ed è spesso usata nei farmaci per curare la depressione. I carboidrati aumentano la produzione di serotonina, quindi consumarli migliora l'umore.

La bassa serotonina, che si manifesterebbe a seguito di una dieta a basso contenuto di carboidrati, è associata ad un aumento delle voglie di zucchero e cioccolato. Molte diete falliscono perché la bassa serotonina rende le persone che la seguono depresse. Il ciclo dei carboidrati regola i livelli di serotonina e, di conseguenza, reprime le voglie. Da un punto di vista psicologico, il ciclo dei carboidrati come protocollo è più facile da sostenere rispetto ad altre diete poiché il livello di serotonina non cade mai completamente.

Cortisolo: l'ormone catabolico

Il cortisolo è un ormone catabolico, cioè degrada le molecole come combustibile. Può essere sia utile che dannoso, poiché non discrimina tra il degrado del muscolo e quello dei grassi da utilizzare come combustibile. Tuttavia, c'è molta ricerca che dimostra che il consumo di proteine ​​può aiutare a preservare i muscoli anche in uno stato catabolico.

Mangiare un pasto che contiene carboidrati impedisce principalmente la produzione di cortisolo; Questo è il motivo per cui molti bodybuilder consumano un pasto con carboidrati e proteine ​​non appena si svegliano.Facendo il ciclo dei carboidrati, si evita un'eccessiva produzione di cortisolo (e catabolismo muscolare). Proprio quando la produzione di cortisolo sta per diventare eccessivamente catabolico, dopo un giorno senza e con pochi carboidrati, la giornata continua ad essere ricca di carboidrati per ricominciare questo ormone e prevenire la perdita muscolare.

Video Tutorial: CARBOIDRATI ALLA SERA PER DIMAGRIRE.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: