Assorbenti Igienici Chimici


Assorbenti Igienici Chimici

I prodotti chimici sono presenti in tamponi igienici, assorbenti e pannolini hanno generato preoccupazione in tutto il mondo. Questo è il prodotto di domande sulla sicurezza nell'uso di molti prodotti disponibili sul mercato che sono stati fabbricati utilizzando un processo che utilizza sostanze chimiche, nonché questioni ambientali correlate allo smaltimento di questi prodotti. A causa dei potenziali fattori di rischio, alcune donne hanno scelto di utilizzare gli assorbenti igienici organici come alternativa e altri hanno deciso di utilizzare assorbenti riutilizzabili.

Le diossine

House Resolution (HR) 890, chiamata la legge tampone di sicurezza e della ricerca del 1999, ha riferito che "La diossina è un sottoprodotto dei processi di candeggio al cloro utilizzato nella fabbricazione di prodotti di carta, tra cui tamponi, assorbenti igienici, protezioni per intimo e pannolini. " Poi, hanno sottolineato che gli effetti della diossina sono cumulativi e possono essere nel corpo per 20 anni dopo essere stati esposti. L'Organizzazione Mondiale della Sanità classifica la diossina come una delle "sporche dozzine, un gruppo di sostanze chimiche pericolose conosciute come inquinanti organici persistenti". La diossina è un noto cancerogeno che colpisce gli esseri umani.

L'Agenzia per la protezione dell'ambiente (EPA) ha studiato la diossina e ha indicato che il problema maggiore con esso è legato al cibo, non ai tamponi o agli assorbenti igienici. In uno studio pubblicato dall'EPA nel 2002, si afferma che "anche se le diossine si trovano in piccole quantità in prodotti sanitari di cellulosa e cotone, l'esposizione attraverso tamponi e pannolini non contribuisce ad un'esposizione significativa a diossine negli Stati Uniti. "

Altri prodotti chimici

Furano, che è un parente stretto di diossina, trovato anche in prodotti di carta candeggiati come assorbenti igienici, pannolini e tamponi. Uno studio coreano ha estratto le sostanze chimiche trovate negli assorbenti e nei tamponi di tutto il mondo. Mentre risultati sono diversi nei vari prodotti, octachlorinated diossina (OCDD), sono stati rilevati hexachlorodibenzofuran (HxCDF) e otta-chlorodibenzofuran (OCDF). Queste sono tutte sostanze tossiche proibite.

Secondo HR 890, "Uno studio indipendente nel 1991 trovato che i tamponi comunemente comprendono uno o più dei seguenti additivi: composti del cloro, promotori di assorbimento (per esempio, tensioattivi come polisorbato-20), fibre naturali e sintetici (come cotone, rayon, poliestere e poliacrilato), deodorante e profumo. "

Suggerimento

House Resolution 373 (House Resolution), noto come il buffer normativa di sicurezza, è stata introdotta al Congresso nel gennaio 2003 dal Congresso Maloney del 14° distretto di New York.Questa normativa dirige l'Istituto di salute "a indagare sui rischi per la salute delle donne, tra cui l'endometriosi e il cancro al seno, le ovaie e la cervice, dalla presenza di diossina, fibre sintetiche e altri additivi nei prodotti femminili".

L'Associazione Endometriosi afferma nel suo rapporto che, "finché l'inchiesta non affronta i rischi, gli esperti di salute raccomandano l'uso di assorbenti e assorbenti non tamponati e cotone organico (senza applicatori di plastica)".

Video Tutorial: ERRORI - Testiamo gli ASSORBENTI!.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: