Conosci Il Tuo Nemico: Il Sole

Conosci Il Tuo Nemico: Il Sole

non ero pienamente consapevole di energia del sole fino a quando avevo 24 anni. Quello è stato l'anno in cui mi sono rasato i capelli e mi sono dato al livello di calvizie di Michael Jordan. Non ti rendi conto di quanto sole i tuoi capelli mantengono al di fuori del cuoio capelluto fino a quando non sei calvo. Mi ha fatto apprezzare quello che provano le formiche quando vedono un bambino con una lente d'ingrandimento.

Qualche anno dopo essermi rasato la testa, andai dal medico per un controllo di routine. Mi ha avvertito: "Non dovresti uscire di casa senza la crema solare, anche se vai in macchina, riceverai radiazioni". Poi emise un suono nel caso in cui avessi perso il suo sottile uso della parola "radiazione". Ascoltavo il suo consiglio e portavo un cappello e una crema solare sulle mie braccia ogni giorno.

Per un po '.

Poi mi sono fermato.

Ho smesso quando ho iniziato a leggere circa i benefici della vitamina D. mi sono interessato nella mia salute per i miei 32 anni, che a quanto pare molte persone lo fanno. Il mio link a tutte le cose di salute fino ad allora era Psychology Today, che è una rivista che consiglio vivamente. Era da Psychology Today che ho imparato che le vitamine sono qualcosa che devo mettere intenzionalmente nel mio corpo. La vitamina D è importante e il modo più efficace per ottenerlo, ho imparato, era dal sole.

Quindi, ora uso solo la protezione solare quando sono via per lunghi periodi di tempo. Ho preso la decisione giusta? È sano? Sto assumendo abbastanza vitamina D?

O corro il rischio di esplodere mentre mi dirigo verso la mia auto?

non è vero, il sole, sto

Gli esseri umani si sono evoluti per adattarsi al loro ambiente, e hanno fatto sotto il sole. Di conseguenza, i nostri corpi si sono acclimatati per essere fuori. Quindi, com'è che alcune persone hanno il cancro della pelle e alcune sono carenti di vitamina D?

Il professore di antropologia presso la Penn State Nina Jablonski dice che è perché gli esseri umani sono globalmente mobili, e l'adattamento di cui sopra, è stato specifico per i nostri veri ambienti originali. Più ci spostiamo dalle nostre terre ancestrali, maggiore è il rischio di perdere gli adattamenti che una volta ci davano un vantaggio evolutivo.

Quasi due milioni di anni fa la melanina si sviluppò nell'uomo per regolare la reazione del corpo ai raggi ultravioletti. Il pigmento consentiva una quantità sufficiente di radiazioni ultraviolette nel corpo per produrre vitamina D e gli esseri umani divennero dipendenti dall'energia solare. La melanina protegge anche la pelle dalle intense radiazioni UV. Quando gli umani migrarono dall'equatore verso luoghi come l'Inghilterra e la Russia, persero la pigmentazione.

Inserisci la ruota, il motore a benzina e l'aereo a reazione. Ora gli umani di diverse pigmentazioni vivono e vivono in tutto il mondo.Vivono soprattutto nelle città, dove la loro esposizione al sole è limitata e la loro capacità di produrre vitamina D è ridotta. La ricerca di Jablonski indica che i problemi di salute si verificano quando le persone non ricevono abbastanza sole o quando c'è una discrepanza tra la loro pigmentazione e la radiazione ultravioletta.

Se la tua pelle è scura, dice Jablonski, hai più pigmento di melanina che se la tua pelle è limpida. Ciò significa che alcuni dei tuoi antenati si sono evoluti in un luogo soleggiato con alti livelli di radiazioni UV e che hai una funzione naturale di protezione solare. Se la tua pelle è chiara, significa che alcuni dei tuoi antenati si sono evoluti con livelli inferiori di radiazioni UV e che la tua pelle è più sensibile alla luce solare intensa. Osservando la tua pelle, puoi imparare molto sulle condizioni solari in cui i tuoi antenati si sono evoluti.

Jablonski esorta le persone a considerare la loro geografia e stile di vita quando prendono decisioni sulla loro salute. C'è un sole forte tutto l'anno? Trascorri più tempo all'aria aperta o al chiuso?

"Valutando questi semplici parametri della vostra vita, si può scoprire se il colore della pelle ben si adatta alla vostra posizione e stile di vita o se v'è un certo livello di disuguaglianza", dice Jablonski. "La maggior parte delle persone in questi giorni deve compensare in qualche modo la mancanza di corrispondenza tra la sua pelle e la sua posizione e / o stile di vita. "

Per le persone con la pelle scura che vivono in luoghi con sole debole e componenti interni, questo significa che devono compensare la mancanza di produzione di vitamina D da garantire un adeguato ricevere la vitamina supplementare, dice Jablonski.

La dieta da sola non è un'opzione quando si tratta di ottenere abbastanza vitamina D.

Per le persone con la pelle più chiara che vivono in luoghi con forte luce solare, compensando una mancata corrispondenza tra pigmentazione e localizzazione mezzi utilizzare la protezione solare, indumenti e altre forme di protezione solare per proteggersi dagli effetti nocivi delle radiazioni UV.

"Come gli altri abitanti della Terra, ci sviluppiamo sotto il sole, e fondamentalmente siamo ben adattati alla luce solare", dice Jablonski. "I problemi che abbiamo oggi con il sole che portano ad avere troppo o troppo poco la luce del sole sono la nostra creazione e sono principalmente a causa di stili di vita moderni, e il fatto che viviamo molto più a lungo rispetto alla maggior parte dei nostri antenati. Quando comprendiamo e apprezziamo questo, possiamo fare una compensazione adeguata attraverso il nostro comportamento e la nostra cultura ".

Paura del sole

Il dott. Len Lichtenfeld, vice direttore medico dell'American Cancer Society, ha un cancro alla pelle. Lichtenfeld stava partecipando a un incontro sul tasso Medicare - oh, la vita eccitante di un guaritore moderno - quando uno dei suoi colleghi gli diede un buffetto sulla spalla e lo condusse fuori.Un gruppo di cinque dermatologi presenti all'incontro ha fatto un intervento e gli ha detto che un nodulo sul suo viso doveva essere rimosso immediatamente. Hanno programmato l'appuntamento e un dermatologo ha rimosso una cellula basale. Lichtenfeld è apparso una settimana dopo al congresso per sensibilizzare sul cancro della pelle con una benda sul viso.

Come Lichtenfeld, ogni anno vengono diagnosticati oltre 3 milioni di americani con cancro della pelle. Il cancro della pelle costituisce circa la metà di tutti i tumori diagnosticati nel paese. Se il numero sembra alto, ricorda che la pelle è l'organo più grande del corpo umano e svolge un'ampia varietà di funzioni importanti, tra cui, ad esempio, impedire che le viscere interne cadano a terra.

La stragrande maggioranza delle 3,5 milioni di diagnosi di cancro della pelle è il carcinoma cutaneo non letale delle cellule basali e squamose. Il melanoma è la forma più grave di cancro della pelle. È responsabile di una stima di 76.690 nuovi casi all'anno ed è la causa di circa 9.480 decessi all'anno.

Lichtenfeld afferma che l'ipotesi che collega l'esposizione solare al cancro della pelle è solida, anche se alcuni dermatologi hanno detto diversamente. Uno dei motivi per cui questa ipotesi è problematica è che è possibile avere un cancro della pelle mortale senza essere esposti al sole. I melanomi possono essere causati da condizioni ereditarie o da altre condizioni come i farmaci.

Per quanto riguarda la vitamina D, Lichtenfeld ritiene che sia meglio ricevere attraverso integratori.

"La maggior parte degli esperti capisce che stare all'aperto fa parte di uno stile di vita sano", dice. "Ciò che le persone devono sapere è che dovrebbero seguire il comportamento della protezione solare quando vanno all'aperto, specialmente Quando vanno in spiaggia, quello che non dovrebbero fare è cercare il sole come fonte di vitamina D. "

"I supplementi sono economici e disponibili allo sportello, è un modo molto più sicuro di ottenere vitamina D che guardare al sole."

Ho chiesto al medico se fosse realistico aspettarsi che l'intero paese acquisti gli integratori allo stesso tempo impegnandosi nel comportamento della protezione solare.

"dovrebbe", dice Lichtenfeld. "Gli esperti del corpo crede che la sostituzione di vitamina D dovrebbe essere parte delle nostre abitudini quotidiane, ed è molto più sicuro e molto meno costoso di prendere la vitamina D che è di trattare con l'epidemia di cancro della pelle che abbiamo in questo paese. "

Cosa c'è che non va, gli ho chiesto, 20 minuti di sole sulla sua pelle?

"Venti minuti di sole in pieno inverno a Portland, nel Maine, è molto diverso dai 20 minuti di sole in piena estate a Phoenix, Arizona", dice Lichtenfeld. "Diverse persone hanno diversi tipi di pelle e Gli effetti del sole sulla pelle sono cumulativi nel tempo. Hai qualcuno con la pelle chiara e puoi bruciarti o ricevere danni cumulativi nel tempo.Venti minuti al giorno sono molto variabili. Varia in base all'individuo. Esso varia da location "

Lichtenfeld incoraggia tutti a" Put-Put-Unten. "Mettere su una maglietta. E 'unten 30+ crema solare. Un cappello sono collocati.

" Un abbronzatura è un segno di danni la pelle, "dice." Ti protegge, sì, ma ti protegge da ulteriori danni. È una risposta al danno, non una risposta salutare. "

Il nostro amico, il sole

Tuttavia, il sole conferisce molti benefici per la salute Un rapporto del 2008 pubblicato da Nathaniel M. Mead afferma che l'esposizione eccessiva UV significa soltanto 0, 1% del carico totale globale della malattia, secondo il rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità 2006 "del carico globale di malattia a causa di radiazioni ultraviolette".

lo studio di Mead sottolinea che molte malattie legate alla eccessiva esposizione ai raggi UV sono relativamente benigno, tranne il melanoma maligno- verifica in gruppi di età superiore a causa del ritardo tra l'esposizione e la manifestazione o di imposizione di esposizione cumulativa. cancro La pelle è comune, ma spesso non è letale, Lo stesso rapporto dell'OMS del 2006 osserva che il maggior carico annuale di malattia potrebbe derivare da un'esposizione UV inadeguata.

Vivere a latitudini più elevate Esiste una minore esposizione ai raggi UV: è stato dimostrato che aumenta il rischio di morte per linfoma di Hodgkin, seno, ovaio, colon, pancreas, prostata e altri tipi di cancro. Bassi livelli di vitamina D sono stati anche associati a sclerosi multipla, diabete di tipo 1, sindrome metabolica, ipertensione, artrite reumatoide, asma e malattie infettive.

Puoi vedere come questo pone un dilemma per la comunità medica. È possibile che le persone rimangano fuori dal sole per evitare il cancro della pelle, che è in gran parte non fatale, e di conseguenza si stanno mettendo a rischio per le malattie e i tumori più mortali.

"Se si fa un analisi del rischio-beneficio luce del sole aumenta il rischio di cancro della pelle, ma riduce il rischio di tumori che uccidono gli americani", afferma Dr John Cannell, direttore esecutivo del Consiglio di vitamina D "La luce solare è molto utile."

La luce solare offre anche benefici oltre alla produzione di vitamina D. È stato dimostrato che aiuta a concepire il sonno, a rallentare la depressione e possibilmente di più. I ricercatori dell'Università di Edimburgo hanno recentemente scoperto che l'esposizione al sole può aiutare a ridurre la pressione sanguigna. È un piccolo studio, ma se i suoi risultati sono mantenuti nel tempo, potrebbe portare più esperti a concludere che una riduzione della pressione arteriosa è più vantaggiosa per la popolazione rispetto al rischio di cancro della pelle non melanoma.

Sole e supplementi

Non lo sapevo prima di averlo intervistato, ma seguo un piano simile a quello raccomandato da Cannell, che è una combinazione di assicurazione solare e integratori.Finora ha funzionato per me.

Quando tutto il corpo è esposto alla luce solare diretta per brevi periodi, produce vitamina D rapidamente, vicino a 1.000 unità al minuto. Il Consiglio di vitamina D raccomanda 5.000-10.000 unità al giorno. (Si può leggere di più sulle raccomandazioni del sole e le raccomandazioni della American Cancer Society sui link sottostanti questa storia.)

americani che vivono a sud di Atlanta hanno il vantaggio di una buona luce diretta del sole in tutta l'anno Sopra Atlanta, durante quello che Cannell chiama vitamina D invernale, gli americani dovrebbero assumere integratori di vitamina D, poiché non c'è abbastanza luce solare o vitamina D nella dieta per soddisfare i bisogni del corpo. Ti incoraggio a consultare il tuo medico e vedere cosa consiglia.

Ricorda: il corpo di ogni persona è diverso e anche il tuo corpo è influenzato dal luogo in cui vivi geograficamente. Quindi sii intelligente. E, se un giorno leggi una storia di un uomo che è esploso nel vialetto di casa sua, scusa, è stato un errore da parte mia.

Video Tutorial: Mondo Marcio feat Caparezza - Conosci il tuo nemico.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici:
Aggiungi Un Commento