Fungo Reishi E Diabete


Fungo Reishi E Diabete

Il fungo Reishi, Ganoderma lucidum, è sono stati usati per i loro presunti benefici per la salute e la longevità nei paesi asiatici per 2.000 anni. Contengono circa 400 composti bioattivi, molecole che possono influenzare la funzione delle cellule. Questo fungo venerato ha anche effetti farmacologici, compresi alcuni che possono essere utili nella prevenzione o nel trattamento del diabete.

pi√Ļ

funghi Effetti Reishi sono riconosciuti come alternativa per il trattamento di una varietà di terapia di condizioni di salute, tra cui l'epatite, alcune forme di cancro e il diabete, secondo un rapporto pubblicato nel dicembre 2009 della rivista "Current Pharmaceutical Biotechnology". Tra i suoi effetti, offrono benefici per il sistema immunitario e riducono l'infiammazione, che può aiutare a migliorare o prevenire il diabete. Riducono anche il colesterolo, inibiscono la formazione della placca arteriosa, una condizione comune nei diabetici e hanno proprietà antibatteriche e antivirali. Lo studio è stato condotto presso il Centro di ricerca e sviluppo, Bisen Biotech e Biopharma Pvt. Ltd., Gwalior, India.

Diminuzione della glicemia

I ricercatori dell'Istituto di medicina vascolare dell'Università cinese di Hong Kong hanno riferito che i funghi reishi hanno abbassato lo zucchero nel sangue in animali da laboratorio in uno studio pubblicato nel Edizione maggio 2009 della rivista "Fitomedicina". Dosi di 0,03 ge di 0,3 g per kg di peso corporeo hanno ridotto i livelli di glucosio negli animali diabetici entro una settimana. I funghi Reishi non hanno abbassato i livelli di insulina o un enzima chiave nella sintesi del colesterolo. I ricercatori hanno concluso che questi funghi possono aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue inibendo un enzima chiave che il fegato usa per produrre glucosio.

Sistema di somministrazione

I funghi Reishi possono fungere da sistema di somministrazione di una forma orale di insulina, secondo uno studio pubblicato nel numero di luglio 2007 dell '"International Journal of Molecular Medicine". Per l'assunzione di insulina per via orale, deve essere in grado di sopravvivere nell'ambiente acido dello stomaco. Gli scienziati del Laboratorio Nazionale di proteine ‚Äč‚ÄčIngegneria e Impianti Ingegneria Genetica, Universit√† di Scienze della Vita, Universit√† di Pechino, Pechino, Cina, hanno messo a punto un sistema che utilizza un gene insulina geneticamente progettata iniettato le spore dei funghi reishi. Il reishi modificato con insulina ha ridotto la glicemia dell'80% negli animali diabetici nello studio.

Malattia renale

La nefropatia diabetica può rispondere bene al trattamento con funghi reishi, secondo uno studio pubblicato nel numero di dicembre 2006 del "Journal of Asian Natural Products Research".Nello studio di otto settimane con animali da laboratorio, l'estratto di reishi ha ridotto i marcatori di stress renale e ha abbassato i livelli di zucchero nel sangue e trigliceridi. I ricercatori hanno concluso che i funghi reishi possono essere in grado di prevenire o arrestare la progressione delle complicanze della nefropatia diabetica. Lo studio è stato condotto presso il Dipartimento di Farmacologia, Scuola di Scienze Mediche di Base, Centro di Scienze Sanitarie dell'Università di Pechino, Pechino, Cina.

Video Tutorial: Coprinus cornatus - il fungo anti diabete.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: