Il Vero Valore Di María Del Pilar Vásquez


Il Vero Valore Di María Del Pilar Vásquez

Non era un'opzione valida.

"Il dolore è temporaneo, ma arrendersi è per sempre", María del Pilar Vásquez si disse di farle continuare a pedalare le gambe.

Lo scorso luglio, la madre di tre figli, 40, di Caguas, Puerto Rico ha cercato di vincere il Tour de France, la gara di durata più estenuante, come parte del inaugurale Réve ( "sogno" in francese) 2012, una squadra amatoriale di sei cicliste donne che pedalavano per 23 giorni e più di 2.000 miglia alla gloriosa linea di arrivo a Parigi, arrivando un giorno davanti ai professionisti.

Come aumenta impossibili completa questa distanza faticoso non fossero abbastanza, Vasquez ha aggiunto sfida di pedalata con la ferita dolorosa sostenuta quando una piccola automobile rossa colpito accidentalmente su una rotatoria molto trafficata durante la fase 13 20. È come se avessi attraversato un processo di purificazione là fuori. Sono convinto, niente può sconfiggermi psicologicamente.

María del Pilar Vásquez, ciclista

L'immobilizzazione

Sdraiato in un ospedale francese dopo l'incidente ha gettato la sua bicicletta Cannondale EVO attraverso l'aria e verso il pavimento duro, Vasquez trattenne il fiato tanto da sopportare il dolore questo ha paralizzato la parte inferiore del suo corpo (non si era mosso le gambe dopo l'incidente) e si preparava alla cattiva notizia che non avrebbe potuto continuare il suo viaggio. Vasquez dimettersi sarebbe un colpo terribile per il Reve, dal momento che la sua missione era quella di fare la storia con i primi solo le donne non professionisti per completare questo evento 99 anni della squadra (attualmente il Tour de France è aperta solo ufficialmente per i ciclisti uomini elite ).

Le speranze di Réve erano basate sul fatto che Vasquez fosse in grado di pedalare, o almeno così sembrava.

La verità è che Vásquez avrebbe potuto parcheggiare le sue due ruote in qualsiasi momento. Era già un eroe nella sua città natale per aver provato questa sfida. Completarlo avrebbe fatto di lei il primo portoricano a farlo. Tuttavia, il semplice atto di presentare per questa esperienza fisicamente ed emotivamente impegnativa ha reso la sua famiglia, in particolare il suo partner, Steven, che ha sposato a dicembre, molto orgoglioso.

Erano già felice con i suoi risultati precedenti: nel 2011, Vasquez è diventata la prima donna portoricana a partecipare alla Parigi-Brest-Parigi, un prestigioso evento di 75 miglia, dove i piloti devono completare il circuito in meno di 90 ore Vásquez ha fatto, senza fermarsi, in 89 ore. Questo risultato l'ha portata ad essere invitata a far parte dell'esclusivo team di Réve.

Ancora in bici

Anche se Vásquez è un istruttore di spin e personal trainer nella sua casa, rinunciare alla carriera di Réve non avrebbe influito sulla sua carriera. Ma stare su quella strada potrebbe portarla in cima, considerando che era relativamente nuova a questo sport.Per prima cosa scelse il ciclismo, qualcosa che non aveva fatto fin dall'infanzia, come modo per affrontare uno spiacevole divorzio sette anni prima. Soprattutto, volevo presentare un buon esempio per i tuoi figli. La mamma era il tipo di persona che ha finito quello che ha iniziato.

E questo è quello che ha fatto.

Quando il medico francese annunciò che aveva effettivamente subito una bella frattura al coccige, Vasquez vide questo come un segno che avrebbe dovuto continuare con la gara. Finché non si è esposto al rischio di danni permanenti, ha pianificato di pedalare con un dolore insopportabile mentre prendeva una quantità minima di antidolorifici perché non poteva rischiare di perdere i riflessi durante la guida. E con questo in mente, il giorno dopo l'incidente, Vasquez ha colpito una foto dei suoi bambini sorridenti sul manubrio e cominciò a pedalare verso Pirenei, superando le sensazioni dolorose nella sua natica sinistra e dell'anca.

In un certo senso, è diventato un robot, concentrandosi solo sul compito meccanica a portata di mano al famoso Champs-Élysées a Parigi e dritto al Arc de Triomphe, dove ha incontrato Steven ei loro figli in attesa a braccia aperte.

La ricompensa

Sei mesi dopo, Vásquez non ha ancora completamente digerito questa esperienza che cambia la vita e non ha ancora completamente guarito.

"Il dolore è sparito, ma a volte sento un dolore secco inatteso nel coccige", dice. "Mi dicono che non mi riprenderò mai completamente, ma è qualcosa che posso tollerare".

Questa non è l'unica cosa che è cambiata in modo permanente.

"Ora vedo le cose da una prospettiva diversa", dice Vasquez, che attualmente sta lavorando per diventare un ciclismo iniziale di formatore, formazione per la Race Across America (RAAM) 2014 come parte della prima squadra di quattro persone che consiste solo portoricani e tenere discorsi ispiratori intorno all'isola. "io vi dico, sono andato all'inferno e indietro durante il Tour de France, e ora sono una persona più calma, più fiducioso e più maturo, con relazioni più solide con la mia e figli Steven. e 'come se fosse passato attraverso un processo di purificazione là fuori. sono convinto, nulla può sconfiggere me psicologicamente.

Robertson / VeloDramatic

Video Tutorial: INSIDE - SOCHAUX vs PARIS SAINT-GERMAIN with Cavani.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: