Qual È La Prognosi Per Il Paziente Con Meningioma?


Qual È La Prognosi Per Il Paziente Con Meningioma?

I tumori cerebrali meningioma sono solitamente benigni (non-cancerose). Le persone tra i 40 e i 60 anni vengono diagnosticate con più frequenza con questo tipo di tumori; Tuttavia, i meningiomi possono svilupparsi a qualsiasi età, anche quando sei un bambino. La Mayo Clinic afferma che un meningioma è più probabile che si verifichi in una donna che in un uomo. L'impatto che questi tumori cerebrali hanno a livello individuale è molto variabile; poiché una certa persona potrebbe non mostrare i sintomi, mentre un'altra può soffrire di gravi disagi.

Sintomi

I sintomi dei meningiomi variano a seconda della posizione del tumore nel cervello. Ad esempio; Il paziente può verificare cambiamenti nella visione se il meningioma si trova sopra o vicino al nervo ottico. È probabile che la persona noterà che i loro mal di testa sono diversi da quelli considerati "normali", perché diventano più severi nel tempo, si verificano più frequentemente e durano più a lungo del solito. Il paziente può anche soffrire di perdita dell'udito, perdita di memoria, difficoltà di concentrazione o cambiamenti di personalità. È stato riportato che questo tipo di tumori cerebrali causano anche debolezza alle estremità e convulsioni. Nonostante la gravità di questi sintomi, la prognosi per i pazienti che sconfiggono il meningioma è piuttosto favorevole.

Fattori di rischio

Chi ha ricevuto trattamenti radioterapici nell'area della testa ha un rischio più elevato di sviluppare meningiomi rispetto alle persone che non hanno mai ricevuto trattamenti simili. Una precedente diagnosi di cancro al seno aumenta il rischio di sviluppare un meningioma. Le persone diagnosticate con disturbi ereditari del sistema nervoso e neurofibromatosi di tipo 2 hanno un rischio più elevato di sviluppare meningiomi. Una storia di cancro genera una prognosi sfavorevole a causa dell'aumentato rischio di recidiva del tumore dopo il trattamento.

Diagnosi

Una volta che il medico ha una storia clinica e dopo aver completato un esame fisico completo, può ordinare uno dei vari test diagnostici abituali. La storia clinica individuale, i risultati dell'esame obiettivo e la valutazione del rischio determineranno quali test diagnostici saranno applicati. Una TC, una risonanza magnetica (MRI) e alcuni raggi X sono tutte misure comuni per la diagnosi dei tumori cerebrali. Le biopsie diranno se il tumore cerebrale è benigno o maligno. Se il tumore è maligno, la persona ha il cancro e la prognosi diventa molto scarsa. D'altra parte, la prognosi di un meningioma benigno è abbastanza favorevole.

Trattamento

L'approccio al trattamento varia spesso a seconda delle dimensioni e della posizione del meningioma.I tumori al cervello non richiedono sempre un trattamento immediato. L'osservazione stabilirà se un tumore benigno del cervello ha segni di crescita o di comportamento che possono indurre l'individuo a iniziare a manifestare sintomi debilitanti. La prognosi è molto promettente per le persone che hanno meningiomi che non richiedono un trattamento immediato. La rimozione chirurgica è, di norma, abbastanza efficace. Secondo la Mayo Clinic, la radioterapia o la radioterapia è successo nel trattamento dei meningiomi ed è utile quando la chirurgia non è un'opzione (ad esempio, quando la posizione del tumore genera una prognosi sfavorevole).

Tipi

Esistono tre tipi o gradi di meningioma. Il 90% dei meningiomi è classificato di grado I; il che significa che sono benigni e crescono lentamente. Solo il 7% dei tumori cerebrali di grado I viene ripetuto nell'arco immediato di 10 anni dopo l'eliminazione. La prognosi per i soggetti con meningioma di grado I è molto favorevole. D'altra parte, il 5-7% dei meningiomi sono tumori di grado II. Crescono un po 'più velocemente e possono riapparire entro cinque anni dall'eliminazione. Sebbene la prognosi per il meningioma di II grado non sia così favorevole come quella del I grado, ci sono buone possibilità di recupero. Solo il 3-5% dei tumori è di III grado. Questi crescono rapidamente e di solito riappaiono nei primi due anni dopo l'eliminazione. Le persone con tumori di III grado hanno una prognosi sfavorevole a causa degli alti tassi di recidiva del tumore.

Prognosi

La dimensione e la posizione del meningioma, insieme alla salute generale dell'individuo, sono fattori importanti nella prognosi. Ad esempio, se il tumore si trova nel nervo ottico, è probabile che il paziente manifesti una perdita totale della vista. Se hai un altro problema di salute debilitante, il rischio di un intervento chirurgico può essere molto maggiore del beneficio. In generale, la prognosi per gli individui con meningioma è molto buona. L'80% dei tumori (in particolare quelli benigni) viene rimosso con successo chirurgicamente. Il 75% di queste persone non sperimenterà la recidiva del tumore.

Video Tutorial: Etg - Sant.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici: