Cosa C'È Di Meglio, Sale Con Iodio O Senza Iodio?

Cosa C'È Di Meglio, Sale Con Iodio O Senza Iodio?

Prima del 1920, la carenza di iodio è stato relativamente comune in Gli Stati Uniti e molti americani soffrivano di problemi alla ghiandola tiroidea, come il gozzo. Il sale iodato ha contribuito a ridurre significativamente i casi di gozzo ed è stato venduto da allora. Tuttavia, attualmente ci sono molti altri alimenti ricchi di iodio, quindi il sale iodato non ha più l'importanza che aveva una volta. Inoltre, il consumo eccessivo di iodio può causare problemi di salute.

Importanza di iodio

L'iodio è un minerale che il corpo ha bisogno in quantità molto piccole, soprattutto rispetto alle esigenze di altri minerali essenziali come calcio o magnesio. Ne hai bisogno principalmente per creare ormoni tiroidei, chiamati tiroxina e triiodotironina. Questi ormoni sono importanti per il metabolismo, il controllo del peso e la produzione di energia. La carenza di iodio provoca una riduzione della produzione dell'ormone, che causa l'infiammazione della ghiandola tiroide chiamata gozzo e che porta a una condizione chiamata ipotiroidismo. I sintomi di questa condizione includono un metabolismo pigro, letargia, pelle secca e aumento di peso.

Breve storia

La conservazione e la distribuzione del cibo erano molto diverse negli ultimi decenni rispetto ad oggi. Negli anni '20, questi erano inadeguati a fornire le forniture per un intero anno di alimenti ricchi di iodio come pesce e molluschi per gli americani dell'entroterra. Pertanto, gozzo e ipotiroidismo erano più comuni in quegli anni nelle persone che vivevano negli Stati Uniti centrali. In risposta alla crisi sanitaria, i governi statali - a partire dal Michigan nel 1924 - suggerirono che i produttori aggiungessero composti iodati al sale da cucina. Attualmente, lo ioduro di potassio è il composto più comunemente aggiunto al sale da cucina, sebbene si utilizzino anche iodato di potassio, iodato di sodio e ioduro di sodio.

Requisiti

La quantità giornaliera raccomandata di iodio è di 150 mg per gli adulti. Le donne incinte e quelle che allattano al seno necessitano rispettivamente di 220 e 290 microgrammi di iodio, poiché è importante per lo sviluppo cerebrale del feto e del bambino. Un cucchiaino di sale da cucina ha circa 200 microgrammi di iodio, che è di circa 48 microgrammi di iodio per grammo di sale. Tuttavia, il sale iodato perde lentamente il suo contenuto di iodio quando esposto all'aria, motivo per cui gli agitatori di sale sono sempre coperti. La quantità di iodio ingerita ogni giorno fino a 1 100 microgrammi per gli adulti è considerata sicura. Un più alto livello di consumo di iodio potrebbe innescare troppa produzione di ormoni tiroidei e alla fine finire in una condizione chiamata ipertiroidismo.

Raccomandazioni

Dal momento che una grande varietà di alimenti viene ora prodotta, conservata e spedita in tutto il mondo, è molto più semplice per l'americano medio avere abbastanza iodio nella loro dieta. Alghe, aragoste, gamberetti e pesci d'acqua salata sono ottime fonti di iodio, quindi se mangiate questi alimenti potrebbe non essere necessario il sale iodato. D'altra parte, se sei vegetariano e non ti piacciono le alghe o altre alghe, il sale iodato può essere l'opzione migliore per evitare i sintomi di carenza. Il sale marino naturale contiene un po 'di iodio, ma molto meno del sale da tavola iodato.

Video Tutorial: Perché il sale iodato è importante per la tiroide.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici:
Aggiungi Un Commento